Business Analysis

Professionisti della Business Analysis

Questa specializzazione è destinata a crescere e a dare tante soddisfazioni a chi ci investe un po’ di tempo!

Opportunità di certificazioni immediate attraverso il portale PMTSI.com:

Una delle professioni emergenti è sicuramente la professione del Business Analyst. Ogni giorno, senza accorgercene facciamo  della Business Analysis in modo artigianale o “creativo”.

Nell’attuale contesto globalizzato, questo approccio non è più sufficiente! Per diventare un vero professionista della Business Analysis, oltre ad un minimo di esperienza è necessario allinearsi ad uno standard internazionale e  in questo momento sul mercato ne esistono solo due:

  1. PMI – 2017 PMI Standard for Business Analysis.
  2. IIBA – Business Analysis Body of Knowledge (BABOK ® Guide).

Questi due riferimenti al livello mondiale costituiscono la base delle certificazioni  attualmente disponibili sull’intero mercato internazionale.

Le certificazioni disponibili sono:

  • PMI-PBA – unico livello da parte del PMI.
  • CBAP, CCBA e ECBA – tre livelli da parte IIBA.

Sostanzialmente  gli standard di riferimento sono simili: Il PMI privilegia l’esplosione dei processi, mentre IIBA pone più enfasi sulle persone e le relazioni da sostenere.

In entrambi i casi, il Business Analyst è colui che indaga sulla fattibilità di un progetto, a fronte di un problema da risolvere o una opportunità da cogliere, collaborando con gli stakeholder per far emergere una o più alternative da raccomandare come soluzione.

Come al solito, l’abilità consiste nel far accadere le cose, anziché farle in prima persona. Infatti, il Business Analyst è la figura che, attraverso la collaborazione con gli altri stakeholder, determina quale può essere la migliore soluzione, giustificandola e raccomandandola a chi  dovrà deciderne la realizzazione o meno.

Coinvolgere gli Stakeholder

La prima cosa da fare è saper  coinvolgere chi può dare reali contributi all’ipotesi di soluzione, poi verificarne la fattibilità con altri stakeholder e infine raccomandarla a che deve decidere.

In pratica il Business Analyst:

  • Cerca opportunità per migliorare i processi di business
  • Comprende la radice della causa di un problema
  • Analizza ogni idea di progetto, partendo da ciò che è già noto.

Da oltre 15 anni mi occupo, a tempo pieno, di Metodologie di Project Management e certificazioni  delle varie figure professionali. Da oltre 10 anni, aggiorno un corso (PMI-PBA Prep Online) per preparare l’esame di certificazione “Professional in Business Analysis (PBA) ®” del PMI (Project Management Institute), per stare al passo con l’evoluzione della disciplina.

Successivamente ho esteso l’interesse anche alle certificazioni  proposte dall’istituto canadese: IIBA® (IIBA Business Analysis®) :

  • ECBA per principianti;
  • CCBA per professionisti con almeno due anni di esperienza; e
  • CBAP per professionisti con almeno 5 anni di esperienze.

I quattro livelli di certificazione (1 PMI e 3 IIBA) consentono di avvicinarsi alla Business Analysis dal livello professionale  raggiunto, o anche partendo da zero.

I corsi online di PMTSI ai distinguono per le seguenti caratteristiche:

  • Sono allineati allo standard di riferimento PMI o IIBA.
  • Sono completamente in lingua Italiana.
  • Il corso per la certificazione PMI-PBA è disponibile a livello internazionale (worldwide), anche in lingua Inglese.
  • Si possono studiare quando e dove si vuole, perché non richiedono incontri di alcun genere.
  • E’ sempre disponibile un mentor per fornire chiarimenti sul programma di esame e sulle modalità di accesso all’esame  di certificazione PMI o IIBA.
  • Tutti i corsi rilascianofino a 35 PDU/contact hours.

Perchè una Certificazione da Business Analyst

Le occasioni per ottenere un incarico da Business Analyst sono tantissime e tendono ad aumentare.

Probabilmente questa nuova professione, nelle grandi aziende costituirà una ulteriore specializzazione  dei Project Manager.

Tutti i progetti richiedono una fase preliminare che ne giustifichi la fattibilità, il costo, e la capacità dell’organizzazione di sostenerlo.

L’iniziativa prende corpo, cioè diventa progetto, soltanto quando lo Sponsor decide di finanziarlo e quindi approvarle la realizzazione.

A questo punto, il Business Analyst esce di scena oppure collabora con il Project Manager  che assume la responsabilità di perseguire gli obiettivi del progetto.  In alcuno casi, il Business Analyst assume il ruolo di Project Manager assumendo la responsabilità della realizzazione del progetto appena raccomandato con lo studio di fattibilità.

PMI-PBA Prep Online o Certificazioni IIBA ?

Contattaci se vuoi altri chiarimenti

In parallelo, bisogna considerare l’avvento della Gig Economy che investe in pieno la figura del Business Analyst (vedi Gig Economy e Competenze sul Lavoro).

Studio di Fattibilità

Lo studio di fattibilità è una prestazione temporanea per analizzare come risolvere un problema o cogliere un’opportunità, creano valore per il committente. Anche se temporaneo, il  lavoro richiede molta competenza, oltre che nel settore di industria, anche  nello stabilire e mantenere buone relazioni con tutti gli stakeholder coinvolti. Paradossalmente, è preferibile affidare questi incarichi  temporanei a specialisti esterni, anche perché, in definitiva, il Business Analyst non deve prendere decisioni, ma raccogliere informazioni utili a che dovrà realmente decidere in azienda, prendendo decisioni informate.

 Non è facile imporsi come Business Analyst

Il pericolo più ricorrente sono le false aspettative  dei committenti. Ricevuto l’incarico, la prima cosa da fare è stabilire il perimetro del proprio intervento, spiegando, anche con esempi, la natura della propria deliverable e mettendo in chiaro l’esigenza della collaborazione degli stakeholder chiave, oltre a quella di esperti del settore.

Una volta chiarita l’esigenza di coinvolgimento degli stakeholder bisogna stimare l’impegno richiesto ad ognuno per poter realizzare lo studio, salvo approfondimenti che si renderanno necessari durante la prestazione.

L’impegno iniziale degli stakeholder deve essere corroborato dalla partecipazione attiva di tutti. Qui sta l’arte del Business Analyst, saper coinvolgere tutti  coloro che vedono un vantaggio nella soluzione che si sta prospettando.

Non tutti sanno di Business Analysis

Gli stakeholder chiave possono essere esperti del  settore di industria, ma non avere nessuna cognizione dei processi di Business Analysis. Il Business Analyst deve saper coinvolgere tutti gli altri, facendo nascere il bisogno del progetto che si sta concependo. Oltre a creare dei fans,  deve crescere la collaborazione spontanea con apporti sempre maggiore di informazioni utili alla causa.

L’accortezza è mappare i processi esistenti per determinare il gap rispetto a ciò che si prospetta di realizzare con il cambiamento (la soluzione) e lasciare che siano gli stakeholder stessi a sollevare dubbi e fornire chiarimenti attraverso altre funzioni aziendali.

Non è facile mettere tutti d’accordo. Spesso, gli interessi particolari generano grossi conflitti, e l’abilità del Business Analyst consiste nel governare il livello di conflittualità promuovendo i chiarimenti necessari.

Prepararsi da Business Analyst

Per  non improvvisare, occorre quanto meno conoscere uno dei due standard di riferimento mondiali (PMI e IIBA) sulla Business Analysis o entrambi. Sapere come scoprire, analizzare e migliorare un processo di business.

Questa scienza si apprende gradualmente, assimilando i processi proposti nei due standard (35 PMI e 30 IIBA).

I corsi Online di PMTSI spiegano dettagliatamente tutti i processi previsti; occorre solo apprenderli e utilizzarli nel migliore dei modi.

L’iter dei corsi online è molto semplice. Le pagine di specifiche fanno da guida e rimandano alle sezioni da studiare nella sequenza ottimale: di solito, un indice rimanda ai link di tutti i contenuti.

Come impostare il lavoro di Business Analysis

  1. Creare un diagramma di flusso – mappare le cose da fare, creando una roadmap da seguire fedelmente e al tempo stesso, consentire agli altri di comprendere cosa stiamo analizzando in ogni fase.
  2. Coinvolgere gli stakeholder – – incontrare utenti finali da più reparti per richiedere contributi validi. Attenzione, gli stakeholder che si dichiarano disponibili, possono risultare impegnati in altre attività più importanti.  Chiarire immediatamente le priorità e l’urgenza delle attività di Business Analysis, prevedendo le ripercussioni in caso di indisponibilità degli stakeholder chiave. Concordare, il prima possibile le alternative praticabili.
  3. Analizzare le informazioni raccolte  – spesso, i requisiti, raccolti in prima battuta,  necessitano di chiarimenti in fase di analisi per dimenticanze, contraddizioni o duplicazioni. I chiarimenti comportano reiterazioni delle attività di elicitazione, con  conseguenti ulteriori impegni delle persone interessate.
  4. Convalidare i requisiti raccolti  – Una volta concordati  i requisiti di progetto, bisogna formalizzarli affinché entrino a far parte del patrimonio da gestire per il progetto nascente e magari anche per altri in futuro. Le informazioni raccolte, analizzate e formalizzate diventano un patrimonio aziendale da gestire e mantenere aggiornato.
  5. Migliorare il processo di Business  – Qualsiasi cambiamento proposto ha lo scopo di consentire di creare più valore. Altrimenti non è il caso di implementarlo. L’analisi dei requisiti raccolti durante la Business Analysis diventano la base per qualsiasi miglioramento al processo di business, per avvantaggiarsi di nuove informazioni o di innovazioni tecnologiche.

Perché approfittare dei corsi online

A parte il fatto che la formazione online è molto più economica, il vantaggio che se ne trae è che si può studiare quando e dove si vuole.

Puoi accedere il materiale da qualsiasi device: PC, Tablet, Iphone oppure scaricare il materiale didattico (molti sono file PDF) sul proprio Notebook e studiare anche senza collegamento.

Potrai eseguire gli esercizi online in qualsiasi momento e rivolgerti al tuo mentòre per qualsiasi chiarimento necessario, in modo asincrono.  Quindi massima libertà!

Contenuti dei Corsi Online

Ogni corso online si basa sui seguenti elementi:

  • Un modulo di studio per ogni area di conoscenza.
  • Approfondimenti periodici e comunicazioni di servizio su come utilizzare il materiale o le sue variazioni.
  • Esercizi di verifica per ogni modulo di studio.
  • Feedback finale ai fini del rilascio dell’attestato delle Contact Hours.

In qualsiasi momento potrai consultare il tuo mentor con una semplice e-mail o telefonata. Rispondiamo sempre, entro 12-24 ore.

 Con entrambi gli istituti (PMI e IIBA),  il rilascio dell’attestato delle contact hours è subordinato all’esecuzione di tutti gli esercizi di verifica con un risultato non inferiore al 60% di risposte corrette.

CBAP con Esame Online     Badge PMI-PBA

 Certificazioni proposte da IIBA di cui PMTSI è EEP:

Certificazione PMI: “Practitioner in Business Analysis“:

PMI-PBA Prep Online

PMI-PBA standard in Aula

Molte certificazioni, tra cui quelle qui suggerite, possono essere ottenute a COSTO ZERO, con la formazione finanziata, ormai ampiamente diffusa.

Per qualsiasi chiarimento Vito Madaio di PMTSI è sempre a vostra disposizione. Modulo di contatto.

Contattaci per il preventivo di un corso ad hoc, in tutta Italia