Chi è il Project Manager?

Il ruolo del Project Manager diventa sempre più complicato perché ogni giorno si arricchisce di nuove competenze (vedi la filosofia DevOps, l’esplosione delle Metodologie Agile (SAFe e DAD), però l’aspettativa degli stakeholder resta immutata.

Il Project Manager è responsabile di realizzare gli obiettivi del progetto.

Il  Project Manager

Il Project Manager è colui che assume la responsabilità generale di un progetto: avvio, pianificazione, progettazione,’esecuzione, monitoraggio, controllo e chiusura.

I progetti, oltre al settore pubblico, possono interessare qualsiasi settore di industria:  costruzioni, automotive, petrolchimico, architetture, informazioni e tutto il settore dei servizi, sempre con l’ausilio di una buona metodologia di Project Management.

Il Project Manager mette in campo tutte le sue competenze tra cui la capacità di ascoltare e di indagare problemi per  risolvere eventuali conflitti o chiarire prerequisiti non espressi chiaramente dal committente.

Il Project Manager ha la responsabilità al 100% degli obiettivi del progetto, identificando a priori i rischi del progetto e sviluppando un opportuno piano di gestione dei rischi, incluso la loro mitigazione in base alla propensione al rischio del committente.

Il Project Manager, per l’85% del suo tempo, agisce da comunicatore nei confronti del team di progetto e degli stakeholder che gli hanno affidato l’incarico. E’ fondamentale comunicare in modo proattivo per il successo del progetto.  In questo, aiuta moltissimo la capacità di relazionarsi con gli stakeholder, generando la giusta empatia e conquistando la loro fiducia, guadagnandosi la propria leadership.

Il Project Manager deve saper prendere decisioni rapide, per non aggravare situazioni a rischio per qualche inconveniente esterno al progetto. 

Principali attività del Project Manager

Le attività fondamentali del project manager sono:

  • Pianificazione e definizione del progetto.
  • Stesura e comprensione del charter di progetto.
  • Definizione del contenuto del progetto e relative esclusioni.
  • Definizione delle esigenze di risorse del progetto.
  • Acquisizione delle risorse per il progetto.
  • Schedulazione delle attività di progetto.
  • Gestione delle risorse assegnate al progetto.
  • Sviluppo del team di progetto.
  • Stime di tempi e costi.
  • Sviluppo del flusso di budget.
  • Misurazione e analisi dei benefici.
  • Identificazione dei rischi.
  • Analisi qualitativa e quantitativa dei rischi
  • Pianificazione della risposta ai rischi identificati.
  • Monitoraggio continuo dei rischi.
  • Supporto alla gestione degli acuisti.
  • Analisi e coinvolgimento continuo degli stakeholder.
  • Controllo della qualità.
  • Reporting dello stato di avanzamento del progetto.

Poiché una buona gestione di progetto, richiede almeno i 15% di risorse da dedicare alle sole attività di project management, il Project Manager di un grande progetto deve scegliersi uno staff adeguato per tenere sotto controllo l’intero progetto.

Promo

Formazione a Distanza: 22, 23 e 24 Giugno dalle 9:00 alle 14:00

Corso Base di Project Management  sui

Fondamentali delle Metodologie di Project Management (MPMM, TenStep e Prince2)

Solo materiale in visione: € 300,00 + IVA al 22%.

Corso a Distanza  per 15 ore: € 500,00 + IVA al 22%.

Modulo di iscrizione

Con noi puoi approfondire qualsiasi competenza per diventare un bravo Project Manager:

DevOps  –  TOGAF  –  AgileSCRUM6SigmaPrince2ITIL

Business Analysis (IIBA)Business Analysis (PMI)

Per qualsiasi chiarimento Vito Madaio di PMTSI è sempre a vostra disposizione. Modulo di contatto.