OFFERTA PMTSI

PMTSI è il portale della formazione per le certificazioni per professionisti. Organizziamo corsi ad hoc  a distanza in tutta Italia. Tutti i nostri corsi sono fruibili in modalità Self-Study, senza alcuna interferenza, con la disponibilità di un mentor per qualsiasi chiarimento.

Ecco alcune certificazioniche puoi preparare con l’assistenza di PMTSI:

Certificazioni PMI
Certificazioni IIBA
  • ECBA™ – Diplomati e Neolaureati senza esperienza lavorativa
  • CCBA® –  Professionisti con 2-3 anni di esperienza
  • CBAP® –  Professionisti con più di 5  anni di esperienza lavorativa
Certificazioni  VMEdu

(Scrum, SixSigma, Prince2, ITIL, Marketing)

Certificazioni CertiProf

(Sicurezza Informatica, DevOps, SCRUM, Smart Working, Cybersecurity, etc.)

Dove Siamo – Contatti

Roma – Italia

Tel. +39 348 3974474
E-mail: info@pmtsi.com

https://www.PMTSI.com

PMTSI è Partner di:

  1.  
  2.  CertiProf-Partner
  3.  
  4.  

Vito Madaio è certificato:

PMP-Authorized Instructor

PMTSI -Scuola di Alto Management

Newsletter: 5 Novembre 2021

EDITORIALE: Novembre: Cadono le foglie e anche i veli

Il mese di Novembre, di solito, è triste, ma quest’anno molto di più.

Oltre alla ricorrenza di ricordare i morti, più triste degli altri anni, si respira un’aria di incertezza e la sensazione di essere già in mano al Grande Fratello di Orwell.

La narrazione sulla pandemia è sempre più variegata e pur seguendo le indicazioni del governo, i dissidenti insistono nella loro cocciuta avversione ai vaccini e alle regole per dimostrare di essere vaccinati.

Beato chi non ha nessun dubbio!

I grandi della terra si sono riuniti prima a Roma e poi a Glasgow. Per un paio di giorni siamo stati esclusi dalle  principali vie di Roma per ospitare le consorti dei potenti che discutevano su come salvare il pianeta. Ha fatto più notizia il lancio delle monetine nella Fontana di Trevi che le conclusioni del Meeting.

G20-2021-alla Fontan di Trevi

Dal punto di vista turistico è stato sicuramente un successo, quanto agli impegni di cambiare rotta sulla riduzione delle emissioni nocive, non sono stati tutti dello stesso parere, anzi alcuni si son chiamati fuori almeno per i prossimi 50 anni. Campa Cavallo!

La nostra quotidianità, invece, è pregna di aumenti delle bollette, nuovi balzelli, multe con autovelox da fermi, nuovi estimi catastali, tasse occulte, Gas e benzina alle stelle, etc.

A Roma si sta insediando la nuova amministrazione. Ha promesso di ripulire la città, ma non ha detto quando. Intanto l’immondizia resta sparsa  per le strade della periferia di Roma, ad eccezione delle strade mostrate ai partecipanti al G20. Dobbiamo aver fiducia? Speriamo bene!

In generale, i politici si stanno adoperando per mettere le mani sui quattrini da lasciare come debito alle future generazioni, senza definire nessun progetto. Tutti dicono come si dovrebbe fare, ma nessuno azzarda a dire cosa fare, restando, perciò, attentamente nel vago.

Eppure abbiamo scuole e ponti che crollano, edifici pubblici abbandonati o fatiscenti. Cosa aspettano ad aggredire quelle strutture che non ricevono manutenzione da oltre 20 anni?

Si parla di ripresa, ma dov’è? Assistiamo alla Sagra degli Ecobonus variegati, mutevoli, allargabili, allungabili, sempre a spese delle generazioni future.

Intanto, le pensioni medie sono ferme da 20 anni, e gli stipendi dei precari continuano a calare,  facendo finta di non accorgersi dell’inflazione che galoppa anche a causa degli ultimi aumenti del costo dell’energia.

Dopo due anni di pandemia, c’è voluto un meeting  dei 20  potenti della Terra, per dire che bisogna vaccinare anche i poveri e, come in una cena per le loro candidature politiche,  alcuni hanno esibito il loro potere annunciando un assegno di una certa per la vaccinazione dei paesi poveri, per poi lavarsene le mani. Dov’è il progetto mondiale  per certificare tutti?  Oltre all’annuncio dell’obolo e alle enunciazione dell’esigenza di vaccinare tutti, nessuno ha preso un impegno operativo? Ho paura che ogni paese povero dovrà arrangiarsi, guadagnandosi l’obolo con le solite qualche sudditanze.

Sembra che i governanti della Terra abbiano obiettivi completamente diversi da noi comuni mortali; recitano soltanto la farsa sulla salute del pianeta (Clima, Inquinamento, Fame, Virus).

Finita la recita, c’è chi proclama che l’evento è stato un successo e chi, di solito, lamenta che si poteva fare di più.

Però, se si cerca di condividere una promessa (abbassare la temperatura della Terra di 1,5 gradi, senza impegni, cioè senza penali per chi non mantiene la promessa), almeno avrebbero potuto aderire tutti.

Invece, in questo Novembre, oltre alle foglie sono caduti anche i veli: tre grandi nazioni, pari a circa il 50% della popolazione mondiale hanno spostato l’asticella (la promessa) dal 2050 e qualcuno addirittura al 2070.

E nel frattempo che deve succedere? Prima di tutto i propri interessi! L’importante è considerarlo un successo o che non siamo riusciti a fare di meglio!

Che Dio ce la mandi buona.

Buon Lavoro a tutti e buona ripresa.


REGOLE:  Il Nuovo Esame PMP®

Badge PMP

Oltre a quanto suggerito nella precedente Newsletter di Ottobre 2021, consiglio di dare un’occhiata al nuovo articolo su come preparare e superare l’esame PMP® al primo tentativo.

Siamo in una fase di transizione per cui possono sorgere molti dubbi. L’importante è convincersi che si sta facendo una scelta giusta per la propria crescita professionale. Tutto il resto sono chiacchiere di chi ha fatto una brutta esperienza affrontando la preparazione dell’esame troppo a cuor leggero.

Il nuovo esame PMP® è soltanto più vasto, ma non più difficile.

La soluzione PMTSI consente di studiare autonomamente su materiale originale frutto di esperienza quasi ventennale nel campo delle Metodologie di Project Management.

Con l’uscita del PMBOK ® Guide 7th Edition, abbiamo aggiunto al materiale  di studio due moduli che illustrano, in lingua italiana:

  • La Guida alla conoscenza del project management 
  • Lo Standard di project management

Pertanto, adesso esiste la possibilità di acquisire i nostri servii di formazione a tre livelli di profondità:

  1. Solo il materiale nella nuova struttura
  2. Anche i processi del PMBOK ® Guide 6th
  3. Anche i due moduli sul PMBOK ® Guide 7th.

 Lascia perdere i disfattisti! Di solito, parla male dell’esame chi non lo ha superato. Ci sarà un perché?

Iscriviti tranquillamente al nostro corso, e inizia a studiare

PMP-Prep Light

Andrai all’Esame PMP® o CAPM® in meno di 100 giorni, con l’assistenza di un mentor fino alla certificazione.


INIZIATIVE: Curiosità dal Mondo Agile/SCRUM

Le metodologie Agile, inizialmente, sono nate tutte per facilitare lo sviluppo software. Successivamente la loro influenza ha attratto anche molti altri settori affiancando egregiamente l’approccio Waterfall dove tutto veniva previsto a inizio progetto, mentre la filosofia di Agile conta molto sulle richieste di modifiche successive degli stakeholder e  sul loro feedback per l’incremento rilasciato.

Essere Agili, significa saper prendere decisioni velocemente ed essere disponibili ad accettare richieste di modifiche.

Tra i vari input che consentono decisioni veloci  con supporto al Team è la riunione quotidiana del Team di lavoro, detta “Daily Standup Meeting” perché si tiene in piedi.

Nel Daily Standup Meeting i membri del Team si aggiornano a vicenda sullo stato del proprio lavoro. Si discutono i  risultati conseguiti e l‘esperienza fatta nel giorno precedente.  La riunione, giornaliera di soli 15 minuti, gestita dal Team stesso, consente a ognuno di rispondere a tre domande bene precise:

  1. Cosa ho concluso ieri?
  2. Cosa farò oggi?
  3. Quali ostacoli o impedimenti ho incontrato?

Le segnalazione del punto 3 vengono prese in carico dallo SCRUM MASTER  e risolte nel migliore dei modi.

Pitagora e lo Daily Standup Meeting 

Pitagora è un filosofo/matematico nato nel 570 a.C. nell’isola di Samo. Luciano De Crescenzo nella “Storia della Filosofia Greca” descive con semplicità e chiarezza il comportamento della scuola/setta che Pitagora aveva fondato a Crotone. Oltre alle varie regole che gli adepti della setta dovevano rispettare, ogni sera al tramonto erano costretti a porsi tre domande:

  1. Che cosa ho fatto di male?
  2. Che cosa ho fatto di bene?
  3. Che cosa ho omesso di fare?

Dopo di che dovevano giurarlo su colui che aveva rivelato la loro anima. L’approccio era molto rigoroso per potersi fregiare di appartenere alla scuola di Pitagora.

Allo stesso modo, 2.500 anni dopo, chi ha concepito la metodologia Scrum e i suoi eventi significativi ha ragionato quasi come fece Pitagora.

Va ricordato che in SCRUM esiste il concetto di TIME-BOXING, ossia le riunioni sono contingentati in maniera rigorosa:

Eventi SCRUM

Ecco perché, non c’è tempo da perdere, sebbene si deve comunicare rigorosamente l’essenziale per prendere decisioni appropriate.

Molti corsi  su Agile/SCRUM fanno riferimento allo schema SBOK  ™ Guide  (Scrum Body of Knowledge) di SCRMStudy, anche se, formalmente, “La Guida Definitiva a SCRUM” è opera di Ken Schwaber e Jeff Sutherland, due tra gli autori del Manifesto Agile.

Ricordo, per completezza, riassumo l’offerta Agile Scrum di PMTSI:

Inoltre, uno dei moduli importanti della preparazione alla Certificazione PMP è proprio “Fondamentali Metodologie Agile” estratto da “Agile Practice Guide ” parte integrante del PMBOK Guide 6th.

Altro importante spunto per consocere Agile è “Agile Extention to BABOK® Guide” di IIBA nell’ambito dei corsi di certificazione per Business Analyst.

Tutti questi corsi hanno in comune le domande di esame, abbastanza stravaganti per gli scenari a vote impossibili.

Ecco un saggio delle domande di esame su Agile che potresti incontrare in un esame di certificazione su Agile, ed in particolare sull’esame per la cerificazione PMP®.

In queso momento, in vista di molti bandi di gara della PA, c’è una consistente richiesta di personale specializzato certificato Agile/SCRUM.

Tutti i corsi che mi sono permesso di segnalare hanno il vantaggio di comprendere l’esam edi certificazione, in molti casi, anche con possibilità di ripeterlo e soprattutto sono i più economici.