Cosa dice il PMBOK sul Project Manager?

A dimostrazione che il ruolo del Project Manager è un ruolo prettamente direttivo, riporto alcuni passi del processo “Dirigere e gestire il lavoro del progetto” tratti dal PMBOK ® Guide 5^ Edizione.

Il Project Manager può avere un ruolo fondamentale anche nell’avvio e nella pianificazione del progetto, ma in questa analisi ci soffermiamo solo sul processo di esecuzione del progetto.

Il PMBOK, in modo lapidario dice: “Dirigere e gestire il lavoro del progetto è il processo di direzione ed esecuzione del lavoro definito nel piano di Project Management e di implementazione delle modifiche approvate per raggiungere gli obiettivi del progetto. Il principale vantaggio di questo processo è che consente la gestione complessiva del lavoro di progetto.” Non vi sono dubbi che tale gestione complessiva è affidata al Project Manager.

Gli input del processo sono: Piano di Project Management; Richieste di modifica approvate; Fattori ambientali aziendali e Asset dei processi organizzativi. I tool e tecniche sono: Parere di esperti; Sistema informativo di Project Management e Riunioni. Gli output sono: Deliverable; Dati sullo stato di avanzamento del lavoro; Richieste di modifica; Aggiornamenti del piano di Project Management; Aggiornamenti dei documenti di progetto.

A titolo indicativo, alcune attività di direzione sotto la responsabilità del Project Manager sono:

  • Eseguire attività per soddisfare gli obiettivi del progetto;
  • Creare i deliverable del progetto per soddisfare il lavoro del progetto pianificato;
  • Selezionare, formare e gestire i membri del gruppo assegnati al progetto;
  • Ottenere, gestire e utilizzare le risorse, inclusi i materiali, gli strumenti, le attrezzature e le strutture;
  • Implementare i metodi e gli standard pianificati;
  • Stabilire e gestire i canali di comunicazione del progetto, sia interni che esterni al gruppo di progetto;
  • Generare dati riguardanti il lavoro, quali l’andamento in materia di costi, la schedulazione, gli aspetti tecnici, la qualità e lo stato del progetto al fine di facilitare le previsioni;
  • Emettere le richieste di modifica e implementare le modifiche approvate all’ambito, ai piani e all’ambiente del progetto;
  • Gestire i rischi e implementare le attività di risposta ai rischi;
  • Gestire i venditori e i fornitori;
  • Gestire gli stakeholder e il loro coinvolgimento e
    Raccogliere e documentare le lesson learned e implementare le attività di miglioramento dei processi approvate.

Il Project Manager, insieme al gruppo di Project Management, dirige le attività di progetto e gestisce interfacce tecniche e organizzative all’interno del progetto; gestisce anche eventuali attività non pianificate, determinando le azione più appropriate.

I deliverable costituiscono l’output dei processi eseguiti per portare a compimento il lavoro del progetto pianificato e schedulato nel piano di Project Management.

Il Project Manager, insieme al gruppo di Project Management che lo supporta, durante l’esecuzione del progetto, raccoglie i dati sullo stato di avanzamento del lavoro per esaminarli e comunicarli agli stakeholder secondo il proprio piano di comunicazione. Gli stessi dati verranno utilizzati come input dei processi di monitoraggio e controllo del progetto.

Il processo “Dirigere e gestire il lavoro del progetto” richiede che si esamini l’impatto di tutte le modifiche al progetto e che quelle approvate vengano implementate (Azioni correttive del progetto; Azioni preventive e Correzione di un difetto del prodotto del progetto.

Il Project Manager è tutto questo, tranne un ruolo di gestione operativa!

Se vuoi certificare le tue competenze da Project Manager considera seriamente una Certificazione PMI: PMP o CAPM – il resto sono placebo.