Project Management

Domini di Prestazione di Progetto dal PMBOK ® Guide 7th Edition

Tra le novità del PMBOK ® Guide 7th Edition troviamo la definizione dei “domini di prestazione”. Vediamo di cosa si tratta.

Esploriamo più da vicino gli 8 domini di prestazione

Approfondimenti

Gli otto domini di prestazione di progetto sono gruppi di attività correlate che possono essere critiche per il rilascio efficace dei risultati del progetto.

  1. Stakeholder
  2. Team
  3. Approccio allo Sviluppo e Ciclo di Vita
  4. Pianificazione
  5. Lavoro del progetto
  6. Rilascio
  7. Misurazioni
  8. Incertezza

1) Stakeholder

Descrive attività e funzioni per gli stakeholder.

  • l’interazione efficace degli stakeholder contribuisce al successo dei risultati del progetto.
  • Coinvolgere gli stakeholdersignifica implementare strategie e azioni che promuovano il coinvolgimento produttivo degli stakeholder nelle decisioni e nell’implementazione.

2) Team

Descrive attività e funzioni per le persone responsabili di produrre le deliverable del progetto che realizzano i risultati di business.

  • Il team di progetto è un insieme di individui che eseguono il lavoro del progetto per raggiungere gli obiettivi.
  • Può essere impostato un ambiente che supporti il team nell’evelvere in un team molto performante.
  • Ciò comprende favorire lo sviluppo del team, incoraggiare comportamenti da leader da parte di tutti i membri del team e condividere la proprietà dei risultati.

3) Approccio allo Sviluppo e Ciclo di Vita

Descrive attività e funzioni per l’approccio allo sviluppo, la cadenza e le fasi del ciclo di vita del progetto.

  • Le deliverable del progetto determinano l’approccio più appropriato allo sviluppo  tra: preditivo, adettivo e ibrido.
  •  Deliverable e approccio allo sviluppo influenzano il numero e la cadenza delle deliveravle di progetto.
  • Approccio allo sviluppo e cadenza dei rilasci influenzano il ciclo di vita del progetto e le sue fasi.

4) Pianificazione

Descrive attività e funzioni realtive a avvio, esecuzione e evoluzione e coiordinamento necessario per rilasciare deliverable e risultati di progetto.

  • La pianificazione organizza, elabora e coordina il lavoro del progetto.
  • La pianificazione può avvenire prima e durante il progetto.
  •  La quantità, la durata e la frequenza della pianificazione dipende dalprodotto, l’approccio allo sviluppo, l’ambiente e gli stakeholder chiave.

5) Lavoro del progetto

Descrive attività e funzioni per stabilire processi, gestire risorse fisiche e favorire un ambiente di apprendimento.

  • Stabilire i processi da utilizzare e eseguire il lavoro che consneta al team di progetto di rilasciare valore e risultati attesi.
  • Il lavoro di progetto comprende comunicazione, coinvolgimento di risorse fisiche, approvvigionamenti e altro lavoro per agevolare le operazioni del progetto.

6) Rilascio

Descrive attività e funzioni perrilasciare ambito e qualità che il progetto ha promesso di raggiungere.

  • I progetti supportano l’esecuzione della strategia, portando avanti gli obiettivi di business.
  • Il rilascio del progetto focalizza sul raggiungimento delle aspettative di requisiti, ambito e qualità per rilasciare gli output  che guideranno  i risultati attesi.
  • I progetti forniscono valore di business sviluppando nuovi prodotti o servii, risolvendo problemi o correggendo cose difettose o non ottimali.
  • I progetti possono utilizzare un approccio che supporti il rilascio di deliverable attraverso il ciclo di vita del progetto,  a punti specifici a alla fine dle progetto.
  • Il valore di business, spesso, continua ad essere catturato anche dopo la fine del progetto.

7) Misurazioni

Descrive attività e funzioni per valutare la prestazione del progetto e intraprendere le azioni appropriate per mantenere accettabli la prestazione.

  • Misurare significa valutare la prestazione del progetto e implementare risposte per mantenerla ottimale.
  • Valutare il grado al quale le deliverable di progetto e la prestazione stanno raggiungendo i risultati attesi.
  • Informazioni accurate e in tempo circa rilasci e prestazione consentono al team di apprendere e determinare le azioni appropriate da intraprendere per affrontare le varianze correnti e attese  per raggiungere la prestazione desiderata.

8) Incertezza

Descrive attività e funzioni per gestire il rischio e l’incertezza.

  • I progetti esistono in ambienti con differenti gradi di incertezza, e l’incerteza presenta minacce e opportunità che il team di progetto esplora,valuta e poi decide come gestire.
  • L’incertezza, nel senso più ampio, è uno stato non noto o non prevedeibile.
  • Ci sono molte sfumature di incertezza, come
    • rischio legato alla mancanza di conoscenza di eventi futuri,
    • ambiguità lagata al fatto di non cnoscere le condizioni attuali e future,
    • complessità legata alla dinamica dei sistemi con risultati imprevedibili e moti altri.

Il PMBOK descrive dettaglaitamente questi 8 domini, ma concettualmentem questa è l’essenza che bisogna conoscere e utlizzare nell’affrontare l’esame di certificazione PMP®.

Questa sintesi è riportata nelle l’ibrerie di approfondimento del PMI stesso, nelle librerie PMIstandards+™.

Promo

Se vuoi preparare il tuo esame PMP®  e superarlo al primo tentativo, iscriviti al nostro best seller:

PMP-Prep Light

 Contattaci per un corso ad hoc, in tutta Italia