Agile PMI-ACP-Notizie Generali

“Preparazione Esame di Certificazione Agile PMI-ACP®”

Badge ACP

   Modulo di Iscrizione

 Corso Self-Study (Online) o Standard in Aula

 Certificazione Agile PMI-ACP®

La Certificazione “PMI Agile Certified Practitioner (PMI-ACP®)” attesta la  conoscenza dei principi Agile, di saperli praticare,  dimostrando le proprie competenze sul project management.

Prerequisiti

  • Titolo di studio:  Diploma di scuola superiore o equivalente.
  • Esperienza: 2000 ore di lavoro su progetti negli ultimi 5 anni (la certificazione PMP o PgPM soddisfa questo requisito), più
  • Esperienza Agile: 1500 ore di esperienza in un team Agile o con una Metodologia Agile, negli ultimi 3 anni, più
  • Formazione specifica: 21 ore di  formazione (questo corso).

L’esame di certificazione prevede: 120 domande a risposta multipla in 3 ore:

  • 50% sui tool Agile e
  • 50% sui seguenti domini di conoscenza:
    1. Agile Principles and Mindset  (16%)
    2. Value-driven Delivery  (20%)
    3. Stakeholder Engagement (17%)
    4. Team Performance (16%)
    5. Adaptive Planning (12%)
    6. Problem Detection and Resolution Domain (10%)
    7. Continuous Improvement  (9%).

20 domande sono di pre-test cioè non contribuiscono all’esame.

La certificazione vale 3 anni e si rinnova con  30 PDUs.

La descrizione e la  giustificazione della certificazione Agile PMI-ACP®  è definita formalmente nei seguenti documenti:

  1. Brochure PMTSI (sintesi Agile in italiano da inserire)
  2. PMI Agile Certification Content Outline
  3. PMI-ACP Handbook

Per affrontare l’esame  di Certificazione Agile PMI ACP,  con la massima tranquillità, consulta questi documenti.

Movimento Agile

Diciassette visionari, nel Febbraio del 2001, si diedero appuntamento sulle nevi dello UTAH per definire le nuove linee guida dello sviluppo software. Tra una birra ed una bistecca i diciassette sognatori diedero origine al famoso Agile Manifesto che esordisce così:

Agile Manifesto

Traduzione “Agile Manifesto” per lo Sviluppo Software

Stiamo scoprendo modi migliori di creare software, sviluppandolo e aiutando gli altri a fare lo stesso. Grazie a questa attività siamo arrivati a considerare importanti:

  • Individui e interazioni più che  processi e strumenti
  • Software funzionante più che documentazione esaustiva
  • Collaborare col cliente più che negoziare contratti
  • Rispondere al cambiamento più che seguire un piano

Ovvero, fermo restando il valore delle voci a destra, consideriamo più importanti le voci a sinistra.

Kent Beck, Mike Beedle, Arie van Bennekum, Alistair Cockburn, Ward Cunningham, Martin Fowler , James Grenning, Jim Highsmith, Andrew Hunt, Ron Jeffries, Jon Kern, Brian Marick Robert C. Martin, Steve Mellor, Ken Schwaber, Jeff Sutherland, Dave Thomas
© 2001, the above authors this declaration may be freely copied in any form, but only in its entirety through this notice.

Clicca qui per consultare  il Manifesto e i 12 principi

Questi pensatori diedero origine a “The Agile Alliance” che ha per statuto l’obiettivo di perseguire i principi dell’ Agile Manifesto.

Mettendo da parte il solito conflitto tra informatici e utenti, hanno saputo disegnare uno scenario ideale nel quale produrre immediatamente qualcosa, da migliorare successivamente sulla base di continue interazioni con l’utente, il quale, a inizio progetto, non avrà dove arrivare,  ma è disponibile ad accettare risultati incrementali, collaborando ad avvicinarsi gradualmente al prodotto desiderato.

Questa filosofia presuppone una notevole maturità da parte degli sviluppatori ed una grande onestà da parte dell’utente.

Approccio Agile

Praticamente, l’approccio Agile elimina i limiti del metodo a cascata,  puntando ad una maggiore produttività e ad una fattiva collaborazione  tra le varie figure professionali.

Con l’approccio Agile, il progetto non promette la realizzazione di un prodotto preciso, ma il meglio che il team riuscirà a realizzare entro una certa e un certo budget.

Contrariamente al metodo a cascata  dove un contratto sancisce cosa deve essere prodotto, l’approccio Agile prevede che le persone interagiscano continuamente per soddisfare le esigenze che l’utente scopre di avere gradualmente, sollevando gli sviluppatori dal dover raccogliere tutti i requisiti  a inizio progetto.  con quest’approccio,  l’utente potrà chiedere più modifiche nel corso dell’intero progetto.

Questa libertà di entrambi determina un ambiente molto più collaborativo.

L’approccio Agile si affida:

  • alle persone e non ai processi,
  • agli incontri continui e non ai documenti formali,
  • all’intesa tra utente e sviluppatore e non alle clausole contrattuali.

Collaborazione-Agile

I progetti vengono affidati ad esperti, creando team molto contenuti per brevi periodi. L’obiettivo è ridurre la complessità, affrontandola per piccoli passi successivi.

L’approccio Agile nato per lo sviluppo software, grazie a questa nuova filosofia, qualcuno  inizia ad applicarlo anche in molti altri settori, rinforzando il ruolo del project manager, sempre più richiesto.

La certificazione Agile PMI-ACP®  è riservata a chi ha un minimo di conoscenza del project management ed ha seguito un’apposita formazione (ad esempio, questo corso).

Per ulteriori esigenze, contattaci, ti risponderemo entro 24 ore.

Modulo di Iscrizione

Modulo di Comunicazione

Portale delle Certificazioni dei Professionisti